L’uomo che inseguiva la sua ombra ⭐️⭐️

Che Lagercrantz non sia Larsson lo sanno tutti gli appassionati della saga Millennium, e già nel primo capitolo (il quarto in ordine cronologico) scritto dallo scrittore che cerca di dar corpo e seguito alle opere del defunto predecessore, si evinceva un non so che di “sbrigativo” nelle scene descritte e, soprattutto, nel raccontare i personaggi, chiave e non, della storia; che però si manteneva interessante. Al contrario di ciò che accade in questo quinto capitolo (il secondo scritto da D.L.) dove, oltre ai personaggi, anche il filo narrativo soffre della mancanza del suo creatore principe. Purtroppo ci si dovrebbe arrendere …. ed anche il lettore appassionato dovrebbe farlo, perché se nemmeno Lisbeth Salander riesce più a tenerci incollati alle pagine …. qualcosa vorrà pur significare?! Che si interrompa ciò che non può più continuare (almeno così)!

Annunci