Serotonina ⭐️⭐️⭐️1/2

Un Houellebecq “diverso” dai precedenti, ci regala un libro molto particolare. Il protagonista è un uomo che, depresso, ripercorre la propria vita all’indietro, alla ricerca, probabilmente, della radice della propria infelicità; e lo fa sostanzialmente da solo, con l’aiuto di un farmaco antidepressivo a base di serotonina. L’autore abbandona quello stile complicato che ha caratterizzato i suoi libri precedenti in favore di una scrittura più semplice, a tratti divertente, che rende questo libro un “unicum”: quasi una sorta di Mann moderno e meno profondo. Non aspettatevi un capolavoro, ma senza dubbio un ottima lettura su un argomento molto attuale come la depressione. Consigliato.

Annunci