Una terra promessa (Obama B.)

Indispensabile

Barak Obama è stato senza dubbio uno dei presidenti più importanti della storia recente americana. La sua storia, il suo status di primo presidente afroamericano, la giovane età, il carisma e l’umiltà oltre alla grande intelligenza; lo pongono, per certi versi, al di sopra di ogni parte, rendendolo iconico. L’approccio a questo lungo libro (che tra l’altro ho scoperto esser solo una prima parte di un’opera davvero monumentale) è stato da parte mia molto paziente, ho curato la lettura come non mai, ho fatto attenzione ai dettagli, alle sfumature, cercando di interpretare soprattutto il punto di vista “americano”. Ora, sostenere che il libro sia molto bello, ben scritto, interessantissimo e a tratti commovente, può sembrare davvero banale, ed anzi, probabilmente è proprio così; ma è la sensazione di indispensabilità ciò che più di ogni altro mi è restata addosso dopo aver letto l’ultima riga dell’ultima pagina. Una sensazione che non provavo dall’epoca in cui da ragazzo appassionato di politica, lessi il libro di Gianni Bisiach su JFK (Il Presidente). Aver vissuto ai tempi di Barak Obama, seppur da molto lontano, lo ritengo un privilegio, ed è una fortuna assai maggiore se paragonata all’inadeguatezza del dopo …