Il popolo degli alberi (H. Yanagihara)

Ambizioso

Hanya Yanagihara è una scrittrice strabiliante (autrice de “Una vita come tante” Sellerio 2016), e lo dimostra scrivendo l’epopea di Norton Perina rendendola al tempo stesso un’avventura antropologica, un giallo, una parabola ecologica, e, una confessione mostruosa. Il “popolo degli alberi” combina il fascino del thriller con la visione tragica, profonda, di quello che accade quando ad incontrarsi sono due culture agli antipodi. Un libro che è un’affascinante considerazione del relativismo morale e un trionfo dell’immaginazione; straordinariamente ambizioso e davvero molto interessante. Il giovane medico, protagonista della vicenda, torna da una spedizione nella remota isola micronesiana di Ivu’ivu con una scoperta sconvolgente: la carne di un’antica specie di tartaruga sembra contenere l’elisir per la vita eterna. Perina riesce a provare scientificamente la veridicità della sua scoperta guadagnando fama e onori, me ben presto scopre che quelle proprietà miracolose hanno un prezzo terribile. Nel corso della storia le cose sfuggono velocemente al suo controllo, con conseguenze personali devastanti. Cosa succede quando il genio si rivela essere un mostro?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...