Ombre proprie

        “Da quando ce l’avevo, non avevo mai lavato la mia ombra. Ho immaginato che fosse sporchissima, perciò l’ho staccata dal muro al quale era appoggiata e l’ho infilata nella tinozza con i vestiti. Ci ho messo il sapone, la candeggina e tutto il resto. L’ho lasciata a mollo per ore. L’ho strizzata e l’ho stesa ad asciugare. Ma chi avrebbe mai immaginato che si sarebbe ristretta? Adesso è molto più piccola di me”. 

Shel Silverstein

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...