A diary found by chance

Era un bel po’ di tempo fa quando mi è capitato di imbattermi in un piccolo taccuino, un diario d’emozioni; un vero e proprio “cesto” di parole; alcune scritte di proprio pugno, altre semplicemente trascritte: tutte però con in comune quella straordinaria potenza che soltanto l’amore può regalare.
Il tempo che è passato da quel giorno, tutto ciò che è successo e quello che non è successo non ha minimamente scalfito il mio pensiero su quel tesoro. Ho sempre creduto che quell’agglomerato di frasi, di parole, di disegni, di ritagli, di vita quindi, fosse una vera e propria lezione sentimentale per chiunque avesse avuto il privilegio di leggerlo.
Per questo motivo ho scelto a distanza di anni, quando forse tutto questo per me non ha più il significato di quello specifico momento, soprattutto perché sono io stesso che posso interpretarlo nella maniera (mentalmente) più scevra possibile e con un coinvolgimento assolutamente differente; di farne dono a chi volesse cercare una strada per poter amare qualcuno partendo da un principio di “non-ego”, perché il messaggio forte di questo diario secondo me è proprio quello dell’amore libero, senza “se” e senza “ma”, dell’amore senza aspettativa o condizioni, e, probabilmente, dell’amore che prevede anche una sconfitta o comunque una non vittoria finale.
Ne trascrivo i contenuti più importanti, corredandolo di qualche significativa fotografia, nella speranza, pubblicandolo, di avere interpretato correttamente il pensiero dell’autore.
Personalmente lo considero un tributo al coraggio, quello stesso che a me è mancato qualche volta in questa vita.

Rileggere “After all this time? Always” mi ha lasciato qualcosa di preciso.
Il solo pensare di aver coraggio di fare un percorso così importante e decisivo all’interno del proprio “Io”, rinunciando all’ego per capire come si è fatti dentro; mi ha fatto riflettere, mi ha liberato totalmente (almeno mentalmente intendo) da molti degli stereotipi più comuni sull’amore tra due persone.
Porsi così nudi ad una valutazione oggettiva della propria persona, senza giudicare, opinare, criticare, nonché osannare l’altro, rispettandone, nonostante l’amore profondo, l’assoluta e legittima libertà d’espressione e di comportamento mi ha di fatto convinto che, molto più semplicemente di quanto sembra, non se ne ha il diritto.

Nella raccolta di parole di “After all this time? Always” ciò che spicca è l’agape, ossia amore totale, devozione al sentimento e non alla persona che in quel momento lo impersonifica.
Non c’è aspettativa, e c’è il lasciapassare per la libertà.

Massimiliano Novato.

IMG_4163

IMG_4195

AFTER ALL THIS TIME? ALWAYS. (…a diary found by chance…)

questi sono frammenti di vita, questa mia vita che mi ha permesso di guardarmi dentro, di analizzare quello che mi succedeva e che succede intorno a me. Questa meravigliosa vita che, ancora una volta, si è presa cura di me. Ogni parola che ho scritto è mia, ogni parola che ho riscritto l’ho fatta mia. Questo tesoro di pensieri appartiene a me e a chi, puro di cuore e di anima, vorrà condividerlo.

# Parole scritte che spezzano il cuore e frantumano la tua anima. Silenzi che durano giorni. La bocca secca, i pensieri che non ci sono più. Il giorno non è più giorno e la notte non la riconosco più. Mi sento morire. Cammino e penso. Ho un dolore immenso nell’anima. Cammino e ascolto musica. Tu che un giorno mi hai detto “tu voli”…vorrei volare da te. Non faccio che ripetere una sola parola: perchè?. Alzo gli occhi e lo chiedo a Dio, ma non mi risponde.

# Credo alle anime calamite che non potranno opporre troppa resistenza, perchè si appartengono dallo stato d’animo primordiale.

# Quelli che sognano li riconosci, hanno negli occhi un velo di tristezza. Hanno la malinconia agli angoli della bocca, hanno l’aria di chi cerca ma non trova. Sognare è faticoso, sognare non è da tutti. E’ per le persone coraggiose, sognare. Come il mare e l’amore. Quando stai per rinunciare, quando senti che la vita è stata troppo dura con te, ricordati chi sei. Ricorda il tuo sogno.

# Occhi di mare senza scogli.

# Oggi qualcuno mi ha detto: “Non ti rendi conto che significa stare senza di te, vivere con la certezza di non poterti vedere, toccare, parlare. Se solo avessi potuto avere una vera occasione, ti avrei preso per mano e portato al di là del mio cuore…”

# La verità, anzi, il coraggio della verità: che gran cosa! Io lotterò per te. Io lotterò per me. Io lotterò per tutto quello che saremo.

# Non esiste l’amore perfetto. Esiste l’amore vero, eterno, quello che nonostante le difficoltà non morirà mai. L’amore è l’unione tra due anime che danzano all’unisono, cullate dal frastuono della passione. Siamo noi.

# Il problema di ogni grande verità è che sembra troppo semplice. Ce l’abbiamo lì, proprio sotto il naso, mentre ci guardiamo attorno in cerca di risposte più complicate.

# Sei un uccello libero, in volo. A volte plani sfiorandomi e mi avvolgi di te. Non smettere di volare. Mai.

# E se vale la pena rischiare, io mi gioco anche l’ultimo frammento di cuore. Quando decidi di stare accanto ad una persona ti assumi la responsabilità di renderla felice, nonostante le sue debolezze ed i passi falsi, nonostante la gente, i giudizi, nonostante tutto. E’ questo che lega le persone, il “nonostante tutto”.

# Ti voglio libero.

# Amo anche le distanze. Ho imparato ad amare le distanze da te. Quelle dove serve coraggio per superarle. Quelle che raffonzano ciò che è vero e dividono ciò che non esiste.

# Forse l’errore stava tutto lì. Era l’errore che tutti gli uomini fanno da sempre. Cercare di mostrarsi forti e sprezzanti vincitori, quando forse basta avere il coraggio di chinare la testa e dire: “ho paura”. Grande lezione.

# Una donna non difende chiunque. Una donna difende chi si porta dentro.

# Ora più che mai ho bisogno di un sogno, credere che tutto sia possibile al mondo.

# Nessuno ci fa del male. Siamo noi che ci facciamo del male, perchè facciamo cattivo uso del grande potere che abbiamo. Il potere di scegliere.

# Sono una donna donna, mica una donna qualsiasi. Una donna doppia. Doppia D. Mi devi prendere e basta. Devi prendermi e baciarmi e non darmi il tempo di pensare. Devi spazzare via, con un abbraccio che toglie il fiato quelle paure che ti saprò confidare una volta sola, una soltanto, a bassa voce. Perchè mi vergogno un po’ delle mie debolezze e dopo avertele raccontate, mi tormenterò al pensiero che scoprendo il fianco e mostrandomi fragile e bisognosa per un solo attimo, tu potresti allontanarmi. Quindi prendimi e amami. Amami vestita che a spogliarsi sono brave tutte. Amami indifesa e senza trucco. Amami addormentata, un po’ ammaccata, quando il sonno ti stropiccia. Amami sapendo che non ne ho bisogno: so bastare a me stessa. Ma proprio per questo saprò andare a te come nessuna.

# Quegli sguardi solo nostri, che non dimentico e non dimentico. Occhi smarriti e sempre attenti. La tua mano un po’ fragile, un po’ forte, che aspetta di essere afferrata, mentre il tuo sorriso mi dice: accompagnami verso la vera felicità.

IMG_4164

# Ma tutti i desideri delle candeline dove vanno?

# E’ che ho capito che non ci sono certezze, ma solo opportunità.

# Parlo con te, ti vorrei ringraziare perchè mi hai messo al tappeto. Mi hai spinto nelle mie trincee e mi hai messo faccia a faccia con le mie debolezze. E mi hai fatto maturare.

# Non esiste bilancia che misuri il peso di un dolore. Ne quello di un amore.

# Il tuo abito più elegante è il tuo abbraccio.

# Tacere a volte è comodo e facile. Ma parlare è difficile e penoso. Tacere è un segno di prudenza, ma parlare è quasi sempre un atto di coraggio. Vorrei parlare con te fino all’alba.

# In amore vince chi ama, chi fugge non sa cosa si perde.

IMG_4165

# Perchè il sesso possiamo scegliere di farlo con chiunque. Avere un posto in prima fila nella sfera del pensiero, scambiarsi l’anima è invece un evento interiore rarissimo e prezioso.

# Ci siamo scambiati la pelle, le anime, le ossa.

# Voglio arrivare un giorno a poter dire “Ho seguito il mio cuore. Solo quello”.

# Le persone non cambiano, si rivelano.

# Non basta innamorarsi. Bisogna avere pazienza e la voglia di prendersi cura delle persone. Di esserci. Sempre. Io lo voglio.

# L’importanza di una persona non si misura per lo spazio che occupa, ma dal vuoto che lascia quando non c’è.

# La musica è l’ambasciatrice del nostro cuore.

# Tra tenere e trattenere c’è la distanza della vera importanza.

# Anima fragile.

# C’è un posto nel mondo dove il cuore batte forte, dove rimani senza fiato per quanta emozione provi, dove il tempo si ferma e non hai più l’età. Quel posto è tra le tue braccia in cui non invecchia il cuore, mentre la mente non smette mai di sognare.

# Si vive una volta sola. Ma se lo fai bene, una volta è abbastanza.

# Il cambiamento non è mai doloroso; solo la resistenza al cambiamento è doloroso.

# Sono stata una stupida piena di sicurezze. E’ bello invece essere intelligente e piena di dubbi.

# Avevo sempre saputo che il vero amore è al di sopra di tutto e che sarebbe stato molto meglio morire, piuttosto che cessare di amare. Bisogna avere coraggio. Ed io quel coraggio ce l’ho, anche se significa pazienza, solitudine, tristezza: l’amore vale comunque ogni centesimo del suo prezzo.

# Non puoi convincerlo l’amore. Puoi confonderlo con la gratitudine, con la tenerezza, con l’amicizia e con la complicità. Ma non disseta e non brilla. Ecco, io voglio lottare per qualcosa che valga la pena vivere e morire per lo stesso motivo e sotto la variabile che determina la differenza fra le cose e le cose importanti. Io voglio questo e se non dovesse più capitare, io surrogati non ne voglio. Quel che non esiste non lo troverai neppure cercandolo all’infinito mentre l’infinito è lì davanti ai tuoi occhi.

# Se tardi a trovarmi, insisti. Se non ci sono in nessun posto cerca in un altro, perchè io sono seduta da qualche parte, ad aspettare te.

# L’amore non si dimostra per come saprai amare la persona cara, ma da come la saprai perdonare.

IMG_4166

# Oggi mi sfiora questo pensiero: quando dico che sto bene, vorrei che qualcuno mi guardi negli occhi, mi abbracci stretto e dica “lo so che non stai bene”.

IMG_4167 IMG_4168 IMG_4172

IMG_4170

# Perchè ciò che si salverà non sarà mai quel che abbiamo tenuto al riparo dai tempi, ma ciò che abbiamo lasciato mutare, perchè ridiventasse se stesso in un tempo nuovo.

# Non per altro: ma è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo.

# Ruba minuti alla sera. La chiami vita. Respiri.

# Tutto il resto era ancora nulla. Inventarlo. Questo sarebbe stato meraviglioso.

# Chi può capire qualcosa della dolcezza se non ha mai chinato la propria vita, tutta quanta, sulla riga della prima pagina di un libro? No, quella è la sola e più dolce custodia di ogni paura. Un libro che inizia.

IMG_4173

IMG_4174

# Si voltò e lentamente tornò sui suoi passi. Non c’era più vento, non c’era più notte, non c’era più mare per lei. Andava e sapeva dove andare. Questo era tutto. Sensazione meravigliosa. Di quando il destino finalmente si schiude e diventa sentiero distinto, e ormai inequivocabile, e direzione certa. Il tempo interminabile dell’avvicinamento. Quell’accostarsi. Si vorrebbe non finisse mai. Il gesto di consegnarsi al destino. Quella è un’emozione. Senza più dilemmi, senza più menzogne. Sapere dove. E raggiungerlo. Qualunque sia, il destino. Camminava, ed era la cosa più bella che avesse mai fatto.

IMG_4175

IMG_4176

# Diceva sempre che ci sono tre tipi di uomini: quelli che vivono davanti al mare, quelli che si spingono nel mare, e quelli che dal mare riescono a tornare vivi. E diceva: vedrai la sorpresa quando scoprirai quali sono i più felici.

# Aveva il cuore che gli sbatteva da dentro come un matto, le mani che gli tremavano e uno strano ronzio nelle orecchie. Non c’era da stupirsi: non capita tutti i giorni di riuscire a volare.

IMG_4177

# A volte le parole non bastano. E allora servono i colori. E le forme. E le note. E le emozioni.

IMG_4178

# Col tempo iniziò a concedersi un piacere che prima si era sempre negato: a coloro che andavano a trovarlo, raccontava dei suoi viaggi. Ascoltandolo la gente imparava il mondo, i bambini scoprivano cos’era la meraviglia. Lui raccontava piano, guardando nell’aria cose che gli altri non vedevano.

IMG_4179

# La nascita non è mai sicura come la morte. E’ questa la ragione per cui nascere non basta. E’ per rinascere che siamo nati.

# Ho cambiato il mio punto di vista, le mie idee e credenze. !Que viva la revolution!

# Ascolto le persone che hanno da dire. Mi piace.

IMG_4180

# Non ci sono scorciatoie che possano indicare il cammino, ognuno di noi deve fare questa strada da solo. I libri sacri, i maestri, le religioni, possono aiutare, servono, ma come gli ascensori che ci portano su facendoci risparmiare le scale. L’ultimo pezzo del cammino che conduce sul tetto dal quale si vede il mondo, quell’ultimo pezzo va fatto a piedi, da soli.

# In tempi duri devo avere sogni duri, sogni reali.

# Sto cercando quella bambina che ero e ogni volta che la trovo mi emozionano le lacrime calde che scendono inaspettate sul mio viso. Chi sono stata? Chi mi ha voluto qui? Io, amata bambina, gioia di mia madre e di mio padre, creatura voluta. Chi ero? Sono stata una figlia amabile? Una figlia degna dell’amore? Sarebbe stato più facile essere fragile e farlo vedere? Chi mi ha messo questa corazza addosso? E perchè? A volte non mi sento autorizzata a lasciarmi prendere dalle debolezze. A volte mi sento una minorata. Vorrei tuffarmi nei boschi.

IMG_4181

# Due non è il doppio ma il contrario di uno, della sua solitudine. Due è alleanza, filo doppio che non è spezzato.

IMG_4182 IMG_4183 IMG_4184

# Ho imparato a capire quanto valgo. Ho imparato che c’è veramente qualcosa di buono e unico in me.

# Chi vuole esserci, c’è sempre.

# Le grandi cose si vedono dalle piccole cose.

# Amo gli alberi, sono come noi. Radici per terra e testa verso il cielo.

# Non successe altro ai nostri corpi. Ci bastò il colmo delle labbra, il fiato inghiottito nel naso, mischiato ai pensieri. Se esiste un’alleanza tra femmina e maschio allora l’ho provata con te.

# Perchè se stessi è un bene. Ritrovarsi e scoprirsi ancora più forti.

# Le persone sensibili sentono il doppio, sentono prima; esattamente un passo davanti al loro corpo cammina la loro anima.

# Tutto quello che conta non ci lascia mai. Anche quando non vogliamo.

# Sono così forte da potermi permettere di non indossare maschere. Libera, finalmente, di essere vulnerabile, di correre il rischio di essere felice.

# Dovrà capitare prima o poi che due anime selvatiche che non vogliono sentirsi strette da nessuno, ne chiuse agli angoli del mondo e che si amano abbastanza da non scappare ne inseguire, si fermino a comprendere che completarsi è questo.

IMG_4185

# E’ chiudersi all’aperto sapendo che a nessuno dall’esterno sarà permesso entrare dentro. Si può rischiare di restare insieme tutta la vita così, senza che sia una minaccia ma solo un sublime stato di grazia e di strafottente e imbarazzante felicità.

# Tutto, tutto, tutto ciò che io capisco, lo capisco solamente perchè amo!

# Non possiedo niente in realtà, solo l’amore che dò.

# Tutti noi abbiamo dei muri che circondano il nostro cuore e ci sentiamo in colpa quando facciamo un torto a qualcuno. Ma rendersi conto dei propri errori e chiedere perdono è una parte fondamentale del processo di guarigione. Perchè il senso di colpa, che ti porti addosso, consciamente o no, ti convince di meritare una punizione.

# La capacità di stare soli è la condizione prima per la capacità di amare.

# Nel mio petto, ogni giorno, c’è qualcosa che brilla rosso e fulgente, come una fiamma che brucia, e anche se qualcuno che passa mi guarda dall’esterno non la vedrà ne io farò nulla perchè possa vedere. Io sono fatta di un enigma incandescente. Nascondo un mistero enorme, molto più grande del mistero dell’universo. In realtà tutte le persone sono così, ma il fatto è che io ne sono già consapevole. E tutto questo scintillio, come di una pietra preziosa incandescente e gigantesca, appartiene solo a me.

# Sono schiava del mio cuore.

# La regola è: quando sei a un bivio e trovi una strada che va in su ed una che va in giù, piglia quella che va in su. E’ più facile andare in discesa, ma alla fine ti trovi in un buco. A salire c’è più speranza. E’ difficile, è un altro modo di vedere le cose, è una sfida, ti tiene all’erta.

IMG_4186

# E’ pericoloso restare in asse, esattamente dove si è, senza spostarsi di un millimetro mentre tutto cade. Bisogna piangere, rompersi, capire.

# Le strade possono dividerci, allontanarci e forse per qualche attimo farci dimenticare chi eravamo, ma quando quel silenzio urla forte, i sentimenti prendono forma, i ricordi riaffiorano e le mancanze sono insopportabili.

IMG_4188

# Amo il mare, il rumore delle onde, la spiaggia. Detesto i quasi, i forse, i monosillabi. Do peso alle parole. Piango per un film, per un finale di un libro, per le persone che vanno via. Ho l’incazzatura facile ma mi basta una piccola parola per farmela passare. Non riesco a tenere il muso alle persone a cui tengo. Credo sempre che l’ultimo tentativo sia il penultimo, e credo che le cose belle non si ottengano se non si lotta. Sono per le cose complicate, ma non resisto a lungo, non so dire addio, so solo che resto. Resto se credo in qualcosa.

IMG_4187

# Con il trascorrere dei giorni sento con forza quanto sia importante mettersi in gioco, fare un lavoro su di se, spezzare i propri condizionamenti ed entrare in una realtà più ampia, più sottile, fatta d’intuizione, espansione, fiducia. Non si può più indulgere nell’autocommiserazione o attribuire ad altri (e a se stessi) la colpa di questo o quel fallimento. Nessuno vince, nessuno perde, nessuno trionfa, nessuno fallisce. Siamo tutti in movimento, come piume cadute sulle onde. La leggerezza, la nostra religione quotidiana.

IMG_4190

# E’ necessario, a volte, che il volume della musica superi il rumore dei pensieri.

# Premevo vento, nubi e stelle al mio petto. E nel cerchio stretto in un abbraccio ho rinchiuso l’infinito intero del mondo.

# Nessuna paura che mi calpestino, calpestata l’erba diventa un sentiero.

# Lo spiraglio dell’alba respira con la tua bocca in fondo alle vie vuote. Luce grigia i tuoi occhi, dolci gocce dell’alba sulle colline scure. Il tuo passo e il tuo fiato come il vento dell’alba sommergono le case. La città rabbrividisce, odorano le pietre, sei la vita, il risveglio. Stella sperduta nella luce dell’alba, cigolio della brezza, tepore, respiro, è finita la notte. Sei la luce e il mattino.

# Rete irresistibile, io sono la più debole tra gli esseri invincibili. Prendo il tuo respiro, lo respiro io. Prendo il tuo delirio e lo faccio mio.

IMG_4191

# Non è facile essere deboli.

# Qui in questa notte di note a guardarmi la vita dentro le mani vuote, ma che cos’è mai che mi fa credere ancora, mi rifà gli occhi d’amore e mi addormenterà dalla parte del cuore.

# Probabilmente neanche te stesso ti capirà fino in fondo.

# Voglio credere che nella mia vita il meglio deve ancora venire!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...