A Te (vorrei)

Quando ho scritto questa poesia, l’ho fatto di getto, senza pensare.
Era successo da poco e sai, in questi casi le persone “importanti” hanno una sorta di (arduo) compito in questa vita: trasmettere agli “altri” qualcosa della persona che non c’è più.
Io non so se questo sia giusto. Nemmeno se sia sbagliato. No, non lo so.
Sono sicuro però che tu mi sei venuto in aiuto, da lì. Hai capito che volevo “parlare” solo a lei, per trasmettergli ciò che tu avresti voluto dirle, per aiutarla nell’arduo compito di “capire”.
Mi sono ritrovato da “solo” in mezzo a tanta gente che era lì “appesa” ad ascoltare quello che avrebbe detto il “tuo migliore amico”.
In mezzo a mille “cavalloni” che montavano dentro di me, non avevo un briciolo di forza per poterlo fare, ma io volevo…fortemente volevo “trasmettere” le parole che mi hai sussurrato “dentro” e far capire a tutti che erano per lei, e solo per lei; lei che non c’era ma c’è.

***

A Te (vorrei)

Vorrei che tu sorridessi sempre alla vita.
Vorrei che tu ballassi a piedi nudi.
Vorrei, amore mio, che tu corressi a perdifiato.
Vorrei che tu diventassi quello che desidererai.
Vorrei che tu cantassi a squarciagola.
Vorrei che tu vedessi tutto il mondo.
Vorrei che tu facessi un disegno, col sole.
Vorrei che tu mandassi baci con le mani.
Vorrei che tu sapessi che ti parlerò attraverso gli uccellini.
E per ultimo, figlia mia, vorrei dirti Ti Amo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...