Romadolescenza

Estratto da “I have become confortably numb”
di Massimiliano Novato

La Roma però è senza ombra di dubbio la passione, l’amore, e la cosa che ci ha tenuto maggiormente legati. Lo stadio è stata la nostra “casa” per tutti gli anni in cui ci siamo frequentati in questa vita.
Quante storie in quelle due ore tinte di giallo e di rosso. Quanto amore forse, quanto scambio, quanto “movimento” interno del cuore, quanto lui e quanto me…
Quel viale dove mano nella mano camminavamo verso l’ingresso. Poi le partite, le vittorie, le sconfitte, la morte di Paparelli, i gol di Falcao, lo scudetto dell’83. La radio portatile dove ascoltavamo i risultati delle altre partite, e quando interrompevano dal campo dove c’era stato un gol, si materializzava quel secondo catartico in cui passavano tutte le speranze del tifoso in attesa della notizia che avrebbe portato felicità o dolore, vittoria o sconfitta, sorrisi o pianti, bianco o nero. Appena prendevamo posto sugli spalti, quella radio veniva posizionata sul marmo che divideva le gradinate, questo perché il nostro posto in tribuna Tevere era lì proprio a ridosso di quel davanzale.
Il ritorno a casa era sempre imprevedibile dal momento che il nostro umore dipendeva dal risultato della partita. Quando vincevamo sembravamo più leggeri, il pareggio dipendeva da come era maturato mentre quando la Roma perdeva sembrava piovere pure col sole…
La domenica per noi era sempre una cazzo di giornata dal finale a sorpresa, potevi essere sulla Luna o sprofondare nella merda più nera, il tutto al massimo in un’ora e mezza, subito dopo l’ora del pranzo, festività e soste del campionato escluse, dove la merda era sicura dal momento che la partita non c’era proprio.
Ora non è che le mie domeniche dopo più di 30 anni siano poi tanto cambiate…perché puoi cambiare tutte le vite che vuoi, ma se hai una vera passione per il calcio ed un vero amore per la tua squadra del cuore, questa è l’unica cosa che ti accompagna per sempre, fino alla fine dei tuoi giorni. È l’unica certezza che hai oltre la morte fisica. E non è detto che necessariamente questo possa essere considerato esattamente un bene…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...