Splendore (Mazzantini M.)

20140109-190050.jpg 

La Trama.

  • “Avremo mai il coraggio di essere noi stessi?” si chiedono i protagonisti di questo romanzo. Due ragazzi, due uomini, due destini. Uno eclettico e inquietto, l’altro sofferto e carnale. Una identità frammentata da ricomporre, come le tessere di un mosaico lanciato nel vuoto. Un legame assoluto che s’impone, violento e creativo, insieme al sollevarsi della propria natura. Un filo d’acciaio teso sul precipizio di una intera esistenza. I due protagonisti si allontanano, crescono geograficamente distanti, stabiliscono nuovi legami, ma il bisogno dell’altro resiste in quel primitivo abbandono che li riporta a se stessi. Nel luogo dove hanno imparato l’amore. Un luogo fragile e virile, tragico come il rifiuto, ambizioso come il desiderio. L’iniziazione sentimentale di Guido e Costantino attraversa le stagioni della vita l’infanzia, l’adolescenza, il ratto dell’età adulta. Mettono a repentaglio tutto, ogni altro affetto, ogni sicurezza conquistata, la stessa incolumità personale. Ogni fase della vita rende più struggente la nostalgia per l’età dello splendore che i due protagonisti, guerrieri con la lancia spezzata, attraversano insieme. Un romanzo che cambia forma come cambia forma l’amore, un viaggio attraverso i molti modi della letteratura, un caleidoscopio di suggestioni che attraversa l’archeologia e la contemporaneità. E alla fine sappiamo che ognuno di noi può essere soltanto quello che è. E che il vero splendore è la nostra singola, sofferta, diversità.

La recensione di Areagrigiabook.

20140109-190545.jpg 

La mia personale recensione, scritta di pugno, a matita, sulla prima pagina della “mia” copia personale di “Splendore”.

  • Solo chi legge questo magnifico libro può capire la vera forza dell’amore. Il vero amore. Quello che ti spinge a rovistare nella spazzatura del tuo essere fino a trovare ciò che davvero è importante, ciò che “conta”. E’ un libro importante, un libro che “libera”. Quando lo leggi non conta la tua sessualità, sei rapito da ciò che è giusto e lotti mentalmente contro tutto e contro tutti con un unico obiettivo: rendere le persone libere di fare, di amare, di dire, di essere se stesse. E’ lo “splendore” dell’amore.

Semplicemente credo di non aver mai letto in vita mia un finale così meravigliosamente straziante. Questo è un libro che mi porterò dentro per sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...